IPNOTIZZARE UNA PERSONA TRAMITE FOTOGRAFIA

 

 

Sicuramente alcuni di voi almeno una volta nella vita vi sarete chiesti se è mai possibile un'azione a distanza su un'altra persona tramite una semplice fotografia.
Non si parla di magia nera come solitamente si fa con i feticci o fotografie, ma si parla di autentiche ipnosi tramite fotografia, al fine di ottenere da tale persona ciò che si vuole.

 

Il discorso va esteso in diverse modalità di fine, nel senso che si può ipnotizzare una persona sia per fini positivi che negativi. Il più classico degli esempi sarebbe quello di arrivare al fine di far innamorare dell'ipnotizzatore la persona della foto, oppure causare tramite ipnosi stati molto negativi in tale persona.
Ma ora vi state sicuramente chiedendo, come è possibile che si possa ipnotizzare una persona tramite una semplice fotografia?

 

Innanzitutto bisogna spiegare il lato fisico e scientifico di questa cosa, visto che noi non scriviamo per cose campate in aria, ma il tutto viene esaminato principalmente in modo scientifico.
Analizzando il mondo a livello microscopico (quantistico), quando viene scattata una foto ad una persona, nella foto rimangono impressi i fotoni della determinata persona, quindi a livello subatomico già si dispone di una parte, di un'essenza della persona.
Considerando poi che, sempre a livello subatomico non esiste separazione o discontinuità, ma tutto ciò che esiste è non locale, nel senso che tutto quanto è collegato in una rete di unità elementari di energia, ecco che se ci focalizziamo intensamente guardando magari negli occhi il soggetto impresso nella fotografia, si va ad interagire a livello sub-molecolare con questa persona.
In moltissimi casi questo succede a livello inconsapevole, molte persone nemmeno si rendono conto di esercitare tale potere su un'altra persona, poichè ignari di questa cosa, ma che di fatto mettono in pratica.

 

Questo probabilmente non funziona se si osserva una fotografia una sola volta; una persona che vuole esercitare questo potere, dovrebbe impegnarsi a fare questo almeno per qualche giorno, anche pochi minuti al giorno ma tutti i giorni, avendo la costanza di arrivare al 21esimo giorno, per poi non aver l'aspettativa che si manifesti la realizzazione dell'ipnosi, ma lasciare che ciò che si è inviato faccia il suo corso spontaneamente.

 

Concludendo diciamo che ognuno di noi, possedendo una fotografia di una persona (al giorno d'oggi non è poi così difficile) può far avvicinare a sè in maniera del tutto inconsapevole una persona, oppure causare stati negativi ed anche molto negativi a tale persona. Ovviamente sconsigliamo di imprimere del male a qualcuno, mentre per il discorso innamoramento si può anche provare.

 

Fabio Cattaneo